Finanziamenti al 100% per le certificazioni di qualità nel nuovo PSR 2014-2020

Il Biologico e le certificazioni di nel nuovo PSR 2014-2020

Il Biologico e le certificazioni di nel nuovo PSR 2014-2020

Con la pubblicazione del Regolamento CE n. 1305/2013 sul sostegno allo sviluppo rurale da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR), prende avvio la nuova programmazione europea per lo sviluppo rurale per il periodo 2014-2020, che si sta concretizzando in questi mesi con l’approvazione da parte di Bruxelles dei Programmi di Sviluppo Rurale Regionali (PSR) e con l’apertura dei primi bandi di finanziamento per le aziende agricole. 

PSR Approvati a Novembre 2015
In Italia ad oggi risultano approvati i seguenti PSR:

  • Regione Veneto,
  • Regione Emilia Romagna,
  • Regione Toscana,
  • Regione Lombardia,
  • Regione Umbria,
  • Regione Molise,
  • Regione Friuli Venezia Giulia,
  • Regione Piemonte,
  • Regione Liguria,
  • Regione Sardegna,
  • Regione Marche,
  • Provincia Bolzano,
  • Provincia Trento.

Le misure per la qualità dei prodotti agricoli e alimentari
Si riepilogano qui di seguito le misure che incentivano l’adesione da parte delle aziende agricole a regimi di qualità dei prodotti agricoli e alimentari istituiti da Regolamenti comunitari, riconosciuti dagli Stati membri o facoltativi.
Si precisa che il dettaglio delle misure (come ad esempio i criteri di selezione e relativi punteggi) si saprà solo quando saranno pubblicati dalle singole Regioni i relativi bandi di finanziamento.

  • 3.1.1 Adesione ai regimi di qualità e dei prodotti agricoli e alimentari
  • 11.1.1 Pagamenti per la conversione all’agricoltura biologica
  • 11.2.1 Pagamenti per il mantenimento dell’agricoltura biologica
  • 3.1.1 Adesione ai regimi di qualità e dei prodotti agricoli e alimentari

 


 

Beneficiari
L’intervento sostiene gli operatori che partecipano per la prima volta ad uno regime di qualità dei prodotti agricoli e alimentari attraverso la concessione di contributi per la copertura dei costi della certificazione e delle analisi eseguite al fine della prima partecipazione ai suddetti regimi.

Contributo
100% del costo effettivamente sostenuto entro un massimale di 3.000 euro all’anno per un massimo di cinque anni consecutivi.
Spese ammissibili
1. costi di prima iscrizione al sistema di controllo;
2. contributo annuo per il mantenimento nel sistema di controllo;
3. costi verifiche ispettive dell’organismo di controllo;
4. costi prove analitiche previste dal disciplinare produzione e dal piano dei controlli dell’organismo di controllo.

I costi di cui al punto 1) sono ammissibili solo una volta.
I costi di cui ai punti 2) 3) e 4) sono ammissibili per un periodo massimo di 5 anni consecutivi a partire dalla data di prima iscrizione al sistema di controllo.

Le spese devono essere sostenute dal beneficiario per la prima partecipazione al regime di qualità indicato nella domanda di aiuto. Per prima partecipazione si intende che la prima iscrizione dell’agricoltore al sistema di qualità avvengadopo la data di presentazione della domanda di aiuto.

I beneficiari del PSR
I potenziali beneficiari e il tipo di produzioni ammesse possono variare da Regione a Regione (vedasi tabelle seguenti relative alle Regioni che ad oggi hanno già un PSR approvato).

Regione Soggetti Beneficiari
Veneto Consorzi tutela DOP, IGP e STG e loro consorzi di 2°grado
Consorzi e associazioni di produttori
OP e loro associazioni AOP
Cooperative agricole non associate agli organismi collettivi sopra elencati
Toscana Agricoltori attivi (solo se inseriti in progetti integrati)
Emilia Romagna Agricoltori attivi
Associazioni di agricoltori, come ad esempio:
organizzazioni di produttori e loro associazioni
organizzazioni interprofessionali e loro associazioni
gruppi di produttori compresi i Consorzi di tutela delle Dop, Igp o Stg, delle Do e delle Ig dei vini
associazioni di produttori agricoli
cooperative agricole e loro consorzi
reti di imprese, ATI, ATS o forme associate dotate di personalità giuridica.
Lombardia Agricoltori attivi
Molise Agricoltori attivi singoli o loro associazioni
Umbria Agricoltori attivi
Piemonte Agricoltori attivi o loro associazioni
Friuli Venezia Giulia Agricoltori e associazioni di agricoltori.
Liguria Agricoltori singoli o associati.
Sardegna Agricoltori attivi
Associazioni di agricoltori quali:
consorzi di tutela dei prodotti DOP/IGP
organizzazioni di produttori (OP) e loro associazioni
consorzi e cooperative agricole
Marche Agricoltori attivi o loro associazioni di agricoltori che siano anche soggetti promotori di una filiera di qualità, nell’ambito di un progetto integrato di filiera.

Quali sono i regimi di qualità ammessi al finanziamento.

Certificazioni di qualità nel nuovo PSR

Pagamenti per la conversione all’agricoltura biologica nel PSR 2014 – 2020


Questo tipo di operazione prevede un supporto finanziario a titolo di incentivo per coprire i  maggiori costi sostenuti dalle aziende per la applicazione dei metodi di agricoltura biologica nel corso dei cinque anni di attuazione.

Beneficiari
– Agricoltori in attività
– Associazioni di agricoltori e aziende agricole di Enti pubblici

Spese ammissibili
L’aiuto compensa le perdite di reddito e dei costi aggiuntivi derivanti dagli impegni assunti per quanto riguarda la conversione a pratiche e metodi di agricoltura biologica, come definito nella normativa pertinente all’agricoltura biologica.
Il calcolo dei costi delle pratiche di agricoltura biologica è stabilito dal loro confronto con metodi di coltivazione convenzionali.
Viene dunque riconosciuto un premio in base alla superficie, non viene riconosciuto il costo della certificazione.
Il pagamento a superficie (€/ha/anno) per l’introduzione del metodo biologico, riguarda, specificamente, il periodo di conversione a bio delle colture, la cui durata è riconosciuta in tre anni.
Il completamento del periodo quinquennale di impegno si realizza con il successivo passaggio, dopo i primi tre anni di conversione, per ulteriori due anni, alla linea di intervento 11.2.1, che sostiene il mantenimento delle tecniche di agricoltura biologica.

Altre misure interessanti
Nell’ambito delle misure di investimento (4.1.1 ex 121 e 4.2.1 ex 123) alcuni PSR prevedono tra i criteri di selezione, dei punteggi aggiuntivi per le aziende che effettuano investimenti che riguardano produzioni certificate.

Fonte: CSQA

Commenta anche tu l'articolo.

Commenti

No Comments

Leave a Comment